Award-Winning Professional Brands
091 857 83 38
Via San Gottardo 16, CH-6593 Cadenazzo
Orari d'apertura
Lu - Ve: 8:30 a 18:00

I danni causati dai raggi ultravioletti (UV) del sole possono causare l’invecchiamento prematuro della pelle – pensate alle rughe. La buona notizia è che l’invecchiamento prematuro dovuto ai raggi UV è in gran parte prevenibile. Adottando misure per evitare un’eccessiva esposizione al sole e proteggendo la pelle, si può aiutare a mantenere la pelle più sana e rinviare le rughe per gli anni a venire.

Lo spettro dei raggi ultravioletti del sole

L’energia radiante emessa dal sole raggiunge la terra sotto forma di raggi UV. L’ozono nell’atmosfera terrestre fornisce una certa protezione, ma il crollo dello strato di ozono che si è verificato negli ultimi decenni ci rende ancora più vulnerabili ai danni dei raggi UV. Anche nelle giornate nuvolose si è ancora esposti ai raggi UV – la “copertura nuvolosa” non offre alcun valore protettivo e i raggi UVA penetrano il vetro della finestra.

Due tipi di raggi UV raggiungono la terra, UVA e UVB (il sole emette anche raggi UVC, ma questi vengono assorbiti dall’atmosfera terrestre). I raggi UVA sono i raggi che causano l’abbronzatura, le rughe e altri segni di invecchiamento prematuro, mentre i raggi UVB causano scottature solari e cancro della pelle. Ma entrambi danneggiano la pelle. I raggi UV sono più potenti durante i mesi estivi. Sono anche più forti nelle zone di alta quota e più ci si avvicina all’equatore – fattori geografici che aumentano il rischio di invecchiamento precoce.

Danni causati dai raggi UV

Quando i raggi UV raggiungono la vostra pelle, interagiscono con una sostanza chimica naturale della pelle chiamata melanina. La melanina è la vostra prima linea di protezione e assorbe i raggi UV per proteggere la vostra pelle dai danni del sole; questa reazione chimica è ciò che dà alla pelle un’abbronzatura. Quando la quantità di raggi UV a cui si è esposti supera la protezione fornita dalla melanina, tuttavia, si ha una scottatura solare.

La ripetuta sovraesposizione ai raggi UV può portare a varie forme di danni alla pelle, tra cui:

  • Linee sottili
  • Rughe
  • Macchie d’età, lentiggini e altre decolorazioni
  • Cheratosi attiniche, si pensa siano precursori del cancro della pelle
  • Pelle dura, coriacea che appare secca e ruvida

Come se questi segni di invecchiamento non bastassero, il sole causa numerosi tipi di cancro alla pelle, tra cui il melanoma che mette a rischio la vita, danni agli occhi come la cataratta, che compromette la vista, e un sistema immunitario indebolito, che vi lascia meno capaci di combattere le infezioni.

Rompere il ciclo dei raggi UV

Puoi aiutare a proteggere la tua pelle dalle rughe e da altri danni causati dal sole con i seguenti passaggi:

  • Utilizzare la protezione solare. Ogni giorno, applicare generosamente la protezione solare con un fattore di protezione solare (SPF) di almeno 30, scegliendo prodotti che forniscono quella che viene definita protezione “ad ampio spettro” contro i raggi UVA, UVB e IR. Quando si è al sole per periodi prolungati, riapplicare la protezione solare ogni due ore.
  • Indossare indumenti protettivi. Quando possibile, indossare camicie a maniche lunghe, pantaloni lunghi, cappello a tesa larga e occhiali da sole per proteggere ulteriormente la pelle dal sole. Considerare i vestiti realizzati con tessuti con SPF incorporato.
  • Evitare le ore di punta del sole. Restate all’ombra durante la parte più calda della giornata, di solito dalle 10.00 alle 16.00, quando i raggi solari sono più intensi.
  • Seguire l’indice UV. L’Indice UV è un indicatore giornaliero della quantità di radiazioni UV che ci si aspetta di raggiungere in giornata – consideratelo come una lettura del conteggio dei pollini per la vostra pelle. Sviluppato dall’Agenzia per la protezione dell’ambiente e dal Servizio Meteorologico Nazionale, di solito viene trasmesso insieme al bollettino meteorologico locale. Un punteggio da 1 a 2 è considerato basso, e tutto ciò che supera gli 11 è molto alto. Più alto è il numero, maggiore è il rischio di sovraesposizione ai raggi UV.
  • Non utilizzare solarium. I solarium emettono gli stessi raggi UV che provengono dal sole, quindi evitateli. Contrariamente alla credenza popolare, non sono un modo “più sicuro” di abbronzatura.
  • Abbronzatevi con prodotti abbronzanti senza il sole. Se ti piace l’aspetto della pelle baciata dal sole, prendi in considerazione prodotti abbronzanti fai-da-te o in un salone di abbronzatura. Ma ricordati di usare ancora la protezione solare e di prendere tutte le altre precauzioni contro i raggi UV quando sarai all’esterno.

Mentre il sole può sembrare caldo e invitante, l’esposizione ai raggi UV ha un costo. Prendete misure per proteggersi dallo scompiglio che i danni del sole possono causare sulla pelle.

Lascia un commento